Le ONG ci sono…a che punto siamo?

“Le ONG ci sono” A che punto siamo?  

Durante l’emergenza sanitaria le ONG bresciane si sono attivate per contribuire concretamente agli sforzi globali per affrontare la pandemia grazie alla Campagna di raccolta fondi “Le ONG ci sono” e alla partecipazione a bandi dedicati all’emergenza.

“3D FOR THE FUTURE”

In questi mesi, grazie ai contributi che stiamo raccogliendo con la campagna “Le ONG ci sono” e al progetto “3D for the Future”, sono stati siglati accordi di cooperazione tra le ONG Bresciane e alcuni paesi a risorse limitate e, grazie alla raccolta fondi, sono state inviate stampanti 3D nei seguenti paesi dove siamo presenti:

MOZAMBICO  

Stampante destinata al progetto dell’università UNISAVE di Maxixe e del Centro di ricerca dell’Università di Barcellona per la fornitura di dispositivi per la ventilazione a pressione positiva continua (CPAP) per reparti pediatrici e adulti in Mozambico.
Nello specifico la stampante verrà installata presso l’Ospedale Provinciale di Inhambane, per la stampa in 3D di raccordi per i tubi dei ventilatori, componenti in plastica di collegamento con parti elettromeccaniche, visiere a altro materiale di protezione.

BURKINA FASO

La stampante è stata consegnata all’associazione locale “WakatLab”. Un laboratorio, con sede a Yegueré, Bobo-Dioulasso, che già stampa in 3D presidi per l’emergenza per alcuni Ospedali locali tramite la CORUS (Centre des opération de réponse aux urgences sanitaires –  competente per la gestione COVID-19 in Burkina per il Ministero di Salute). Essendo la loro stampante usurata dal continuo lavoro richiesto e vista la scarsità di materiale di stampa a disposizione (come le bobine), la stampante inviata permetterà di stampare visiere, maschere, valvole e componenti per respiratori artificiali per l’ospedale pediatrico Charles de Gaulle, l’Ospedale Soro Sanou di Bobo e l’Ospedale Tengandogo.

UGANDA

La terza stampante è stata destinata all’ospedale CoRSu, centro di eccellenza che fornisce chirurgia ortopedica, plastica e ricostruttiva, e servizi di riabilitazione per le persone con disabilità. L’ospedale lavora principalmente sui bambini con disabilità fisiche ai quali fornisce interventi chirurgici ortopedici e plastici-ricostruttivi e servizi di riabilitazione.
La stampante 3D serve per far fronte alle necessità legate all’emergenze COVID-19 ma servirà soprattutto per la realizzazione di unità protesiche necessarie alla cura dei bambini e giovani ai quali CoRSU offre trattamenti gratuiti se di età inferiore ai 17 anni.

 

BANDO CEI EMERGENZA COVID-19

Grazie ai fondi straordinari messi a disposizione dalla Conferenza Episcopale Italiana in risposta alla diffusione del Covid-19 nei Paesi a risorse limitate, le ONG bresciane stanno realizzando interventi di sostegno a strutture sanitarie in contesti in cui siamo attivi, con l’acquisto di materiale sanitario.

ZAMBIA

Nel mese di Luglio si è svolta, con una piccola cerimonia, la consegna di tutto il materiale sanitario all’ospedale ST. KALEMBA della diocesi di Solwezi. Grazie ai fondi messi a disposizione dalla CEI la struttura è stata in grado di acquistare materiale sanitario adeguato per fronteggiare al meglio l’emergenza Coronavirus.

MOZAMBICO

Il materiale sanitario acquistato è destinato al Centro di Salute di Morrumbene. Questo garantirà agli operatori sanitari di lavorare in sicurezza durante l’emergenza Coronavirus. Il materiale comprende due concentratori di ossigeno portatili, pulsiossimetri, dispositivi di protezione individuale e di igiene (maschere N95/FFP2, maschere Venturi, guanti, occhiali e tute protettivi, sapone e alcool gel). La consegna al Distretto sarà effettuata entro la fine del mese di luglio.

BRASILE

In Brasile le risorse sono state acquistate e destinate all’Hospital das Bem Aventuranças di Viseu (Stato del Pará), gestito dalla Diocesi di Bragança.

 

Scopri di più sulla nostra campagna “Le ONG ci sono” e continua a sostenerci!

Dicono di noi: Giornale di Brescia del 21/07/20