Pages Menu
Categories Menu

Uganda

Titolo del progetto: Transizione verso la produzione agro-alimentare in Karamoja – Uganda          

Data inizio: gennaio 2016

Durata progetto: 3 anni

Dove: Il progetto è attivo su due poli: Iriir e Lorengechora nel Distretto di Napak e di Kapedo, Kawalakol e Kathile nel Distretto di Kaabong, nel nord dell’Uganda.

Volontario: Francesco Lancini

Ente finanziatore: Conferenza Episcopale Italiana – CEI

Obiettivo generale: 

Transitare le comunità Karimojong da un’agro-zootecnia dimostrativa ad una produttiva e commerciale, ai fini della sovranità alimentare.

Obiettivo specifico:

Formare e rendere autonomi e consapevoli gli scolari, i contadini e gli allevatori di Napak e Kaabong nella gestione, nel suo insieme, del ciclo produttivo in ambito agro-silvicolo e zootecnico, valorizzando la biodiversità dell’ecosistema esistente.

Il presente progetto si prefigge di transitare i membri delle comunità di Kaabong e Napak da un’agricoltura dimostrativa ad un consolidamento della sovranità alimentare e una produttività integrata ai fini della commercializzazione dei prodotti agro-alimentari. Si orienta su 10 scuole nel Distretto di Kaabong e sui contadini e allevatori nei Distretti di Napak e Kaabong: gli alunni e i contadini verranno rispettivamente formati alle tecniche produttive nel rispetto dell’ecosistema dei monti Napak (Distretto di Napak) e Morungole (Distretto di Kaabong). Si mira all’acquisizione delle competenze necessarie nel settore della commercializzazione dei prodotti agro-alimentari. L’utilizzo di sinergie e risorse collettive sarà fondamentale per l’accesso ai mercati esterni alla regione del Karamoja.
Nelle scuole verranno coinvolti gli alunni, vittime del disimpegno da parte dei programmi internazionali di distribuzione di cibo nelle scuole del Karamoja. Il percorso di formazione agro-zootecnica porrà attenzione alla promozione degli aspetti produttivi e di conservazione dei suoli coltivabili di proprietà delle scuole in questione.
Il progetto si rivolge anche ai contadini delle aree descritte, con la formazione di base e specifica, inerente le singole attività produttive, nonché agli aspetti relativi alla commercializzazione dei generi alimentari e prodotti. Il disagio socio-economico è percepito chiaramente dalle comunità Karimojong di Napak e Kapedo e si concretizza con la frustrazione generata dalla scarsa o inadeguata produzione, sia quantitativa sia qualitativa dei prodotti agro-alimentari.
La fase di formazione di tutti i beneficiari, per l’acquisizione delle corrette competenze e metodi appropriati nei settori agro-zootecnico, verrà completata da stage orientati all’imprenditorialità che consentano l’avviamento di imprese per l’accesso ai mercati.